In News

Adelante tra le vincitrici della prima edizione di “Deloitte Best Managed Companies Italia”.

Un prestigioso riconoscimento dedicato alle aziende che si sono distinte per strategia, competenze, performance e capacità manageriale.

Il premio conferito da una giuria indipendente sulla base di un assessment di Deloitte è motivo di orgoglio per tutto il Gruppo.

Le 31 aziende sono state premiate martedì 22 maggio in Borsa Italiana a Palazzo Mezzanotte a Milano nell’ambito dell’iniziativa Deloitte sostenuta da ALTIS Università Cattolica, da ELITE – il progetto del London Stock Exchange Group che supporta lo sviluppo delle imprese ad alto potenziale – e da Confindustria.

Un gruppo di società in crescita

Adelante è un gruppo che supporta la piccola e media impresa italiana nel percorso di trasformazione digitale, su aspetti che vanno dalle infrastrutture, al BPO, passando per alcuni segmenti verticali del mondo applicativo. Ha sede a Firenze, Milano e Tirana e oltre 70 addetti con un profilo di alta formazione.

Qualità e continuità del servizio offerto, cura e crescita dei dipendenti, formazione tecnica e delle soft skill, attenzione ai processi e alla struttura organizzativa: questo premio conferma l’eccellenza del Gruppo.

Chiara Grossi, COO di Adelante, dichiara che “i fattori che hanno contribuito al successo di Adelante sono: pianificazione, redditività e passione. La pianificazione come capacità, anche in un settore in continuo cambiamento come l’ICT, di costruire dei piani di sviluppo a cinque anni e portarli avanti nel tempo in modo ambizioso ma al tempo stesso sostenibile; la redditività media piuttosto elevata grazie ad un modello di business che si basa su alcuni principi, primo fra tutti la ricorsività dei ricavi che si stratificano anno su anno e l’abilità di disaccoppiarli dalla crescita dei costi, andando quindi ad aumentare nel tempo il valore aggiunto; ed infine la passione, vero “X factor” che fa parte non solo del management, ma di tutta la squadra”.

La selezione:

Dopo una prima fase di raccolta delle auto-candidature, il progetto di selezione delle aziende, partito a novembre del 2017, ha previsto una prima fase di assessment durante la quale i partecipanti sono stati supportati dai professionisti Deloitte nell’analisi di alcuni fattori critici di successo, quali la strategia aziendale, le capacità e le competenze, il commitment e le performance finanziarie.

Al termine di questa fase, una giuria composta da Francesca Brunori, Responsabile Area Credito e Finanza di Confindustria, da Lorenzo Ornaghi, già Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, nonché da Marco Vitale, economista e socio fondatore di VitaleZane&Co ha selezionato le realtà vincitrici analizzando il profilo di ogni partecipante e parametrando il giudizio su dimensione, struttura proprietaria e settore di appartenenza.

L’imprenditoria italiana si dimostra ancora una volta capace di generare valore nei settori tradizionali e nei contesti più innovativi, in cui le aziende BMC sono protagoniste indiscusse.

 

Rassegna stampa

AFFARI ITALIANI

BUSINESS PEOPLE

ALTIS UNICATT

INDUSTRIA VICENTINA

FINANZA TGCOM24

Post recenti